GIAMBELLINE FRITTE AL LIMONE

Con i primi freddi che arrivano, tutti noi abbiamo voglia di farci un tè che scaldi animo e cuore ma molte volte non sappiamo con cosa potercelo gustare al di fuori dei classici biscotti da inzuppare. Oggi ho pensato a voi che mi leggete ogni giorno e ho trovato una ricetta di famiglia che spesso, tra mamma e nonna, mangiavo sia per merenda ma anche molte volte appena alzato alla mattina. Invece di andare al bar provate queste mie giambelline fritte aromatizzate al limone, provate e testate più volte per darvi una ricetta che farà impazzire tutti in famiglia.

Cosa vi serve? Una giornata uggiosa, del buon strutto per friggere (il sapore e la resa saranno migliori) e la voglia di mettere le mani in pasta e di pastrocchiare magari assieme ai vostri figli.

 

INGREDIENTI per ca 18/20 giambelline

250 g FARINA DI MANITOBA

250 g DI FARINA “00”

1 CUBETTO DI LIEVITO

120 g ZUCCHERO

100 g BURRO

2 TUORLI

1 UOVO INTERO

125 g LATTE INTERO

RUM

SALE

VANIGLIA E SCORZA DI LIMONE GRATTUGIATA

ZUCCHERO PER DECORARE

img_20161024_225025

PROCEDIMENTO

Preparate le giambelline mettendo la farina in una terrina. Fate la biga sbriciolando il lievito nel centro della fontana. Aggiungete un cucchiaino di zucchero e un po’ di latte, impastate ben bene e fate riposare per ca trenta minuti coperta con un strofinaccio umido.

Una volta pronta la biga, e ben lievitata, aggiungete tutti gli altri ingredienti: le uova, il burro fuso, lo zucchero, gli aromi, una punta di sale e il latte tiepido. Mescolate ben bene e lavoratelo per almeno dieci minuti. Copritelo di nuovo con lo strofinaccio e fatelo lievitare per almeno due ore.

Prendete quindi l’impasto pronto e tiratelo col mattarello non troppo sottile. Con un tagliapasta, o un bicchiere, ricavate tanti cerchi identici, con un altro più piccolo formate invece il buco al centro. Mettete a lievitare le giambelline su di un cabaret o una teglia coperti con della pellicola trasparente. Fateli lievitare per ca un’ora. Impastate e rilavorate i ritagli fino ad esaurimento dell’impasto.

Mettete a scaldare lo strutto. Friggete le giambelline poche per volta sino a che non saranno ben dorate e gonfie. Passatele due secondi su un pò di carta assorbente e poi ripassatele con dello zucchero bianco semolato. Sono ottime anche tiepide.