Brodo, antica ricetta

E’ una ricetta che risale agli inizi del 900. L’ho imparata da mia nonna, che a sua volta la imparò da sua mamma.

Il brodo di una volta, che veniva preparato per le occasioni di festa ma soprattutto nei peridi freddi per rinvigorire e dare sollievo.

E’ una ricetta ricca e gustosa. Con questo brodo farete parlare i Vs piatti e lascerete senza parole i Vs invitati.

Per ca. 5-6 litri di brodo

INGREDIENTI

800 – 1000 g DOPPIONE DI MANZO

POSTERIORE DI CAPPONE

CARCASSA DI POLLO o 2 ALIINGREDIENTI DEL BRODO

¼ LINGUA DI MUCCA (300 g)

2 CIPOLLE BIONDI GRANDI

3 CAROTE GRANDI

3 COSTE DI SEDANO CON FOGLIE

3 CHIODI GAROFANO

3 FOGLIE SALVIA FRESCA

1 FOGLIE ALLORO

q.b. SALE GROSSO

In una pentola alta e capiente adagiare tutte le carni. Coprire di acqua fredda fino a due dita dal bordo della pentola.

Aggiungere le carote ben lavate e tagliate a pezzi grandi, procedere nella stessa maniera per il sedano (utilizzando anche le foglie), per la cipolla privarla delle foglie esterne dorate (lavarle bene ed aggiungerne un po’ al brodo), lavarle e tagliarle a metà. Conservare una mezza cipolla sulla quale verranno inseriti i chiodi di garofano, le restanti ridurle a quarti e riporre tutto nell’acqua fredda.

Aggiungere infine le erbe aromatiche e il sale grosso. Far cuocere il brodo per ca. 12 ore, a fiamma molto bassa (non deve bollire forte). Appena inizia a fare la schiuma levarla con l’apposita ramina (schiumarola) a maglia fittta.

Una volta pronto il brodo si presenterà di colore giallo paglierino e molto gustoso; utilizzarlo per tortellini, pasta semplice, zuppe e perché no anche per insaporire arrosti o carni preparate nel tegame.

COTTURA ULTIMATA

Qualche consiglio in più….

Consiglio di “battezzare” una pentola solo per il brodo, in maniera che il sapore aumenti e il brodo possa divenir sempre più buono.

Per i tortellini, soprattutto nel periodo di feste, sostituire il pollo con un cappone intero, ben pulito e lavato (senza privarlo del grasso o della pelle), donerà un sapore ricco sia al brodo che al tortellino.

Il brodo è molto indicato nelle giornate uggiose e grigie invernali, ma anche per dare ristoro e nuova forza dopo una giornata di lavoro sotto il cocente sole estivo.

TORTELLINI IN BRODO