Tagliatelle alla petroniana

Quest’oggi Vi mostro una ricetta semplice e dell’ultimo minuto. Veloce, buona e sfiziosa.

L’unica cosa in cui bisogna metterci un po’ di impegno è la sfoglia, ma questa è un’altra storia…

La ricetta è anch’essa tipica di Bologna. Perché alla petroniana. Petronio era un frate che cucina solo con burro, forma e prosciutto. Posterò altre ricette alla petroniana più avanti, una più buona dell’altra.

SFOGLIA

INGREDIENTI: per 4-6 persone

200 g PROSCIUTOO DOLCE

80 – 100 g BURRO

3 MANCIATE DI FORMA O  PARMIGIANO

3 UOVA

300 g FARINA

PROCEDIMENTO:

Preparare una bella sfoglia con tre uova e 300 g di farina. Tirarla SOLO col mattarello sino a formare una bella sfoglia fina da veder San Luca.

Farla leggermente sciugare quindi tagliarla a listarelle di ca 8 mm max 1 cm. Quindi fare i nidi.

Nel frattempo che l’acqua bolle far sciogliere il burro in un tegame bello capiente e tenerlo da parte, non deve imbrunire ma solo sciogliere. Tagliate a listarelle fini anche il prosciutto, in maniera tale che sia all’incirca della stessa misura della tagliatella, se non più fine. Una volta che l’acqua bolle salatela leggermente.

Mettete a scaldare il prosciutto nel burro, il quale non dovrà né soffriggere né cuocersi troppo, ma soltanto scaldarsi se no vi diventa salato mordente.

20130914_214703

Mentre il prosciutto si scalda a fiamma dolce tuffate i nidi di tagliatelle nell’acqua salata, cuoceranno in neanche due minuti. Scolatele bene al dente nel tegame col prosciutto e il burro, tenetele umide con un po’ di acqua di cottura. Versate sopra il parmigiano grattugiato, tenendone da parte uno o due cucchiai per guarnire il piatto.20130914_214910

Saltate il tutto velocemente e servite subito con un’altra spolverata di parmigiano.

Importante per questa ricetta non salare troppo l’acqua e usare un prosciutto che non sia troppo saporito se no dovrete poi scolarvi due bottiglie di acqua a testa.

20130914_215141